Costo di un diamante al carato

due diamanti a confronto

Un carato è un peso significativo nel mondo dei diamanti. Una specie di soglia psicologica, un punto d'arrivo per molti e di partenza per pochi fortunati. Un carato equivale a 0,20 grammi, un peso modestissimo che può valere una fortuna.
Ma quanto costa un diamante da 1 carato?

La domanda come si può intuire ha una sola risposta: Dipende.

Osservando i due diamanti nella foto infatti si può vedere che pur essendo apparentemente identici hanno caratteristiche che li rendono molto diversi da un punto di vista qualitativo e, di conseguenza, anche da quello strettamente economico.

Il diamante a sinistra (riquadro rosso) è una pietra da 1 carato esatto colore F, purezza Vs1. Un diamante perfetto per uso gioielleria (anello solitario, punto luce, etc).

Il diamante a destra invece (riquadro verde) ha caratteristiche ancora più elevate. Si tratta di una pietra D - IF, ovvero il massimo grado rispettivamente sia nel colore che nella purezza. Praticamente il top del pregio in fatto di diamanti.

Il primo è un diamante con un prezzo intorno ai 9.000 euro mentre il secondo è quotato all'incirca 20.000 euro al cambio dollaro attuale.

Mentre il diamante F-Vs1 è sicuramente un'ottima scelta per la realizzazione di un gioiello, il D-IF risultebbe sprecato per questo scopo ed è preferibile acquistarlo come bene rifugio, da conservare sigillato in blister.

Insomma, due pietre apparentemente uguali (almeno all'occhio poco esperto), ma con prezzi così diversi ci danno l'idea di come sia importante che le caratteristiche di un diamante siano certificate da un laboratorio di primaria importanza. Anche un solo grado in più o in meno su colore e purezza infatti significa una consistente differenza di valore.

Vedi una selezione di diamanti da 1 carato con caratteristiche ideali per anello solitario.

4 Responses to Costo di un diamante al carato

  • VANIA

    UN DIAMANTE 1.32 G I1 CHE VALORE PUO AVERE????

  • 18carati

    Dipende. Innanzitutto da colore e purezza reali che vanno verificate se non c'è una certificazione attendibile (IGI, GIA o HRD).
    In secondo luogo dal taglio, e dalle altre caratteristiche perchè solo caratura, colore e purezza non bastano a definire il valore di un diamante.
    In ultimo una considerazione: I1 è una purezza bassa, con inclusioni visibili anche ad occhio nudo, quindi non particolarmente pregiato ne costoso.

  • Francesco
    Francesco on 8 October 2014 at 22:26 said:

    Vorrei conoscere il valore di un brillante di colore F pari a 0,32 ct.

  • 18carati

    Salve Francesco,
    Non basta il colore, per determinare il valore di un diamante occorre sapere almeno colore e purezza reali. Altre alla caratura ovviamente.

Comments