Info ed ordini telefonici0575 172 0101

  • Italiano
  • English
  • Français

Anello solitario - quale montatura?

anello solitario

Un classico solitario a 4 griffes

Apriamo questa nuova sezione dedicata al mondo degli anelli solitari (detti anche da fidanzamento) per parlare di un aspetto spesso poco conosciuto relativo alla forma della montatura. In particolare parliamo di castone e di griffes che sono rispettivamente la parte dell'anello che ospita il diamante ed i "braccetti" che trattengono ed assicurano la pietra al castone.

Non tutti sanno che una montatura ben fatta e ben proporzionata influisce in modo determinante sulla riuscita finale di un anello solitario. L'anello nell'immagine qui sopra è un classico 4 griffes girate, da alcuni chiamato anche "valentino". Si tratta di un intramontabile classico che valorizza fortemente il diamante perchè la montatura non è invasiva e permette alla pietra di essere attraversata da una grande quantità di luce. In fondo il segreto per un bellissimo solitario è proprio questo: Lasciare che il diamante sia esposto alla luce il più possibile ma al contempo trattenere saldamente la pietra ed questo viene ottenuto per carature fino a mezzo carato (circa 5mm di diametro della pietra) attraverso la montatura a 4 griffes. Incassare un diamante relativamente piccolo come un 15 punti (diam. 3.4mm) in un 6 griffes vorrebbe dire infatti chiuderlo alla luce e di fatto limitare fortemente il brillio.

Solitario a 6 griffes

Un solitario a 6 griffes

Per diamanti un po' più grandi come ad esempio un 0.75 punti  o 1 carato si può invece tranquillamente usare un castone con 5 o 6 griffes come quello nella foto qui sopra perchè il maggior sviluppo della circonferenza della pietra permette comunque un'esposizione ottimale alla luce ed avremo comunque brillio e lucentezza assicurati. In conclusione, scegliere un diamante bello è importante, ma è altrettanto importante una montatura adeguata alla pietra scelta.

Commenti