laseratura

  • Leggere il certificato di un diamante

    Probabilmente ti sarà capitato di sentir parlare delle 4C del diamante: Cut, Carat, Colour, Clarity. Ma di fatto esiste anche una quinta C che sta per certificazione che è ancora più importante delle altre perchè ha a che fare con la garanzia che le altre quattro siano state correttamente individuate.

    Ma cos'è il certificato e come si legge? In questo breve articolo ti mostrerò delle tutto quello che c'è da sapere quando si ha in mano il certificato di un diamante.

    Perché serve il certificato?

    Ogni diamante è unico e porta con sé determinate caratteristiche che ne costituiscono "l'impronta". Queste caratteristiche determinano il valore del diamante e sono descritte appunto nel certificato, che riporta il giudizio dell'ente certificatore sul taglio (cut), purezza (clarity), caratura (carat weight), colore (colour), simmetria, finitura, fluorescenza, misure ed eventuali commenti aggiuntivi.

    Quando compri un diamante, oltre alla pietra, dovresti ricevere anche il certificato contenente il giudizio sulle caratteristiche che ho appena elencato, emesso da un esperto gemmologo con l'ausilio di un microscopio e di altri macchinari appositi.

    Ma chi ti assicura che il diamante che acquisti ha effettivamente quelle precise caratteristiche?

    Appunto.

    Solo acquistando un diamante certificato da un ente indipendente e prestigioso sei sicuro del valore di ciò che hai in mano. A parole, sono molti i laboratori che si dipingono come seri, nei fatti sono pochi quelli il cui giudizio è attendibile e veritiero. Una manciata quelli riconosciuti come validi in tutto il mondo.

    Essi sono, IGI (di Anversa, non l'omonimo IGI Italiano), GIA e HRD.

    Leggi altro...

1 oggetto(i)